AMBROSI (LEGA TRENTINO): “IANESELLI E L’IMAM DI TRENTO, BRUTTA PAGINA PER LA CITTA’ E UNO SCHIAFFO AI MODERATI E CHI VUOLE IL VERO DIALOGO”

“È davvero preoccupante che il candidato sindaco di sinistra Franco Ianeselli si sia fatto immortalare insieme all’Imam di Trento Aboulkheir Breigheche, fan del presidente turco Erdogan e vicino ai Fratelli musulmani, un sostenitore dell’invasione turca della Siria e dello sterminio dell’eroico popolo curdo che, anche per noi occidentali, ha dato la vita.

Un imam che si è fatto fotografare in compagnia di due assassini dello Stato Islamico, salvo poi dire che non sapeva, una figura fortemente ostile a Israele.

L’imam di Trento ha sempre tentato di autoproclamarsi rappresentante di tutti i cittadini di fede islamica residenti in provincia, verosimilmente solo per captatio benevolentiae nei confronti delle Amministrazioni locali. Cosa gli ha promesso Ianeselli in cambio del sostegno elettorale?

Me lo chiedo nella consapevolezza che il dialogo con l’Islam non possa e non debba attraverso una “sottomissione” culturale e politica, che la sinistra sposa in cambio di una manciata di voti alle prossime elezioni comunali. Un politico serio e capace deve saper scegliere i suoi interlocutori, e non dialogare con chi è considerato un estremista anche da molte persone della sua stessa fede. Trento non merita un sindaco come Ianeselli!

E una domanda finale: perché Ianeselli, così attivo sui social a raccontare le sue gesta anche nelle minuzie, non ha citato su Facebook l’incontro di ieri con l’iman estremista?
Ha per caso qualcosa da nascondere? E, se sì, che cosa?”

E’ quanto affermato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Alessia Ambrosi