Ambrosi: “Telelavoro e autoscuole, percorsi innovativi e da sostenere”

PRIMA SEDUTA CONSIGLIO PROVINCIALE DOPO ELEZIONI OTTOBRE 2018 / in foto ALESSIA AMBROSI FOTO DI ALESSIO COSER

“Che la pandemia abbia scompaginato gli equilibri lavorativi preesistenti è, ormai, cosa chiara credo a tutti. Di qui l’importanza che ciascuno faccia la sua parte nell’adeguarsi ad un mondo che appare oggettivamente già diverso, se non rivoluzionato rispetto a com’era soltanto due mesi fa. Alludo al telelavoro, soluzione possibile in vari ambiti professionali, a partire da quello delle autoscuole.

Tale riferimento è dettato dalla situazione che stanno vivendo le autoscuole trentine e categorie similari, da un lato inondate di richieste di utenti e, dall’altro, impossibilitate per ragioni burocratiche all’apertura, con conseguenti ripercussioni economiche e senza nessuna prospettiva nel breve termine. Tutto è certamente inaccettabile e segnalo che a livello nazionale – dato che è nazionale l’assurdo blocco normativo ai danni di queste realtà – la Lega è al lavoro per tentare, con appositi emendamenti, di sanare questa situazione.

Nel frattempo, oltre ad esprimere la mia vicinanza alle autoscuole, ribadisco l’auspicio che tutto il comparto economico trentino – adeguatamente sostenuto dalle sostanziose misure che la Giunta Fugatti ha già posto e porrà in essere – possa considerare il telelavoro non solo come opzione, ma come nuova frontiera da percorrere per un più celere superamento della situazione attuale che, tuttavia, sappia salvaguardare tutta la fondamentale dimensione occupazionale, a beneficio dei lavoratori e delle loro famiglie”

E’ quanto affermato in una nota dal consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Alessia Ambrosi