Approvate alla Camera Mozioni dedicate alla montagna

Nella seduta pomeridiana l’Aula di Montecitorio ha approvato all’unanimità quattro mozioni, di cui una a firma Lega, che presentano proposte di “Iniziative per la salvaguardia, la valorizzazione e lo sviluppo delle aree interne, rurali e montane”.

La mozione Lega, a prima firma dell’On. Parolo, ma frutto di un lavoro a più mani dei molti deputati provenienti da territori rurali e montani, prevede numerosi impegni per il Governo, che abbracciano la realtà dei territori che spesso oggi si trovano in condizioni di marginalità, a partire dalla scarsità di servizi, dai non sempre tempestivi interventi di difesa degli ambiti territoriali più sensibili, fino alla mancanza di adeguate politiche di rilancio delle attività tipiche e difesa del presidio.

I testi approvati pongono l’accento anche sulla Strategia Nazionale “Aree interne”, che ha riguardato da vicino due territori trentini, la Val di Sole e il Tesino, con due progetti sperimentali ancora in corso, chiedendo l’ampliamento del coinvolgimento nelle politiche dedicate ad ampie aree montuose ad oggi non incluse.

Entrando nel concreto, le proposte prevedono snellimenti fiscali, agevolazioni per fornire i servizi primari in modo più capillare possibile e strategie all’avanguardia per consentire anche a queste aree di creare adeguata promozione turistica e rilancio generale dell’economia del territorio.

Come rappresentanti di un territorio al 100% montano, esprimiamo massima soddisfazione per questa approvazione unanime, ricordando anche che proprio il padre della nostra Autonomia e grande statista italiano, Alcide Degasperi, era nato in un piccolo paesino di montagna (Pieve Tesino) e da li ha saputo dare tanto al suo territorio, anche perché consapevole della realtà del vivere in montagna e dell’importanza dell’applicazione dell’Autonomia in tutti i livelli istituzionali.

Auspichiamo quindi che le future politiche del Governo sappiano ricordare l’insegnamento di Degasperi e dare maggiore autonomia gestionale a tutti i territori di montagna, passaggio chiave per mantenere il presidio e la vitalità di questi delicati ambiti del nostro bel paese.

On. BINELLI, CATTOI, LOSS, SUTTO