Bisesti (Lega Trentino): vicini alle vittime di Straburgo

I nostri pensieri vanno alle vittime dell’attacco terroristico avvenuto ieri sera a Strasburgo e a tutti coloro che hanno cercato di aiutare i feriti e i presenti a salvarsi dalla follia terroristica. Esprimo profonda vicinanza al giovane giornalista radiofonico trentino colpito ieri sera, Antonio Megalizzi, e la vicinanza va anche alla sua fidanzata e a tutti i familiari. Ho avuto modo di conoscere poche settimane fa Antonio e ci siamo confrontati proprio su tematiche europee.

Eventi come quello di ieri sera ci insegnano a non abbassare la guardia nei confronti del terrorismo che sembrava essere stato sconfitto, ma che in realtà è presente nei nostri vicoli, vie e piazze. Fa male, dopo aver vissuto la città di Strasburgo per una settimana al mese per 8 anni, vedere come questa follia continui a perpetuarsi.

Un rischio, quello del terrorismo, presente anche sul nostro territorio: recentemente la Cassazione ha condannato quattro jihadisti, arrestati nell’autunno del 2015 durante una retata a Merano, cellula che poteva agire anche sul nostro territorio.

Infatti dalle motivazioni della sentenza depositata emerge che ‘il gruppo era pronto ad agire’. Un campanello d’allarme che ci obbliga moralmente a non abbassare la guardia nei confronti di possibili cellule terroristiche presenti sul territorio. Confido nel lavoro costante delle nostre forze dell’ordine.

È questo quanto dichiarato dal Consigliere regionale e Segretario Nazionale della Lega Trentino Mirko Bisesti