Camera: approvate due importanti mozioni: cura e assistenza paziente oncologico e prevenzione e contrasto violenza su minori

“Oggi alla Camera abbiamo approvato una mozione molto importante per i malati oncologici (si pensi che solo in Trentino vengono riscontrate ogni anno circa 2.800 nuove diagnosi di tumore). Finalmente, infatti, si realizzerà un piano oncologico nazionale basato sulla centralità del paziente e del suo percorso terapeutico fondato su un sistema di indicatori delle performance a livello Regionale. Si consentirà così di favorire la diffusione e l’accesso ai test diagnostici molecolari che permetteranno di accedere a terapie di precisione utilizzando in modo appropriato le risorse del servizio sanitario nazionale e dei fondi che verranno sempre garantiti per i farmaci innovativi oncologici come richiesto nell’interpellanza urgente presentata in aula il mese scorso.

Affinché il paziente possa ricevere una terapia di precisione sono infatti necessarie una diagnosi accurata e una definizione del profilo molecolare della malattia con test specifici: diventa pertanto necessario verificare che il tumore di quel paziente venga sottoposto a valutazione biomolecolare e che il paziente riceva, nel caso di test molecolare positivo, la terapia indicata, specifica e nel più breve tempo possibile. I pazienti “guariti” dal cancro in Italia sono aumentati del 29% in otto anni: erano 704.648 nel 2010, sono diventati 909.514 nel 2018. Questi dati indicano che molti fattori quali: ricerca, diagnosi precoce grazie agli screening, miglioramenti a livello organizzativo (Reti Oncologiche Regionali), progressi diagnostici (in ambito di caratterizzazione biomolecolare), miglioramenti chirurgici, radioterapici e terapie con i farmaci innovativi hanno contribuito sinergicamente ad ottenere questi importantissimi risultati.

La mozione approvata oggi raccoglie tutti quest’ultimi fattori ed è per noi motivo di orgoglio e di grande soddisfazione non solo per la sottoscritta in quanto membro dell’intergruppo parlamentare “insieme per un impegno contro il cancro”  ma per tutti i colleghi Deputati Trentini del gruppo Lega. Ci impegneremo ad intervenire legislativamente in modo puntuale là dove la scienza ci permetterà di applicare al Sistema Sanitario Nazionale nuovi medicinali e nuovi percorsi terapeutici che tuttavia devono sempre porre al centro il paziente oncologico in primis.Altra importantissima mozione approvata oggi a Montecitorio e presentata in forma congiunta da tutti i gruppi parlamentari riguarda la prevenzione ed il contrasto della violenza sui minori per garantire ad ogni bambino e adolescente il diritto alla protezione da ogni tipo di abuso, sfruttamento e violenza con particolare attenzione alle persone di età minore con disabilità.Una risposta questa anche ai terribili fatti di Reggio Emilia emersi in questi giorni che vergognano le Istituzioni di ogni ordine e grado ma che ci vedono ancora più convintamente impegnati per rafforzare e potenziare i controlli all’interno del percorso di affidamento delle case famiglia e dei centri per l’infanzia anche con l’impiego delle autorità competenti per verificare la qualità dei servizi e il benessere dei minori.

L’impegno di questa mozione approvata oggi ha un punto dedicato proprio a quest’ultimo aspetto perché lo Stato sia vicino, anche con impegni concreti come questi, in primis ai minori ma anche alle famiglie coinvolte e devastate da un grandissimo dolore”.

Lo dichiarano in una nota i deputati Vanessa Cattoi, Diego Binelli, Martina Loss e Mauro Sutto.