Cavada su nuovo ospedale Cavalese: “Soddisfatto per la strada intrapresa dalla Giunta anche in vista delle Olimpiadi del 2026”

Soddisfatto per la strada intrapresa dalla Giunta in merito al nuovo ospedale di Cavalese anche in vista delle Olimpiadi del 2026. Si tratta del resto di un tema che è da anni a cuore alla Lega che si è impegnata per il suo punto nascite e che ora punta a far in modo che un ospedale di valle qual è quello di Cavalese diventi una struttura d’avanguardia in occasione delle Olimpiadi invernali che interesseranno la Val di Fiemme, Fassa e Cembra.

La progettazione esecutiva del nuovo ospedale sarà terminata entro il 2020. Nel 2021 si procederà con la gara di appalto per arrivare nel 2022 all’avvio dei lavori. L’obiettivo è di garantire le funzionalità principali, comprese le prestazioni del previsto Centro traumatologico, entro la scadenza del 2025. Per quanto riguarda i finanziamenti, il costo previsto per coprire le esigenze prioritarie che il nuovo ospedale dovrà assolvere è pari a 35 milioni di euro. Il cadenzamento degli investimenti previsti in Bilancio si allineerà con le previsioni realizzative delle diverse opere.

Questo quanto dichiarato dal Consigliere della Lega Salvini Trentino, Gianluca Cavada, al termine dell’incontro avvenuto stamane tra il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, l’assessore alla salute Stefania Segnana, il dirigente generale dell’Umst Grandi opere della Provincia Raffaele De Col e il dirigente generale del Dipartimento salute e politiche sociali Giancarlo Ruscitti, il presidente della Comunità territoriale della valle di Fiemme Giovanni Zanon e il sindaco di Cavalese Silvano Welponer.