Cavada: “Trova applicazione il mio impegno in Consiglio provinciale in vista delle Olimpiadi invernali del 2026”

Bene la predisposizione da parte della Giunta e da parte dell’Assessore Failoni di un nuovo bando specifico per gli interventi volti alla riqualificazione del comparto ricettivo per il 2020. Si tratta di un primo bando di incentivi da 5 milioni di euro che verrà presentato nei prossimi giorni e sarà valido per tutte le strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere. Questo, dunque, è un primo passo verso un percorso di generale riqualificazione del comparto ricettivo, percorso che ho fortemente caldeggiato in vista delle Olimpiadi del 2026 in occasione della legge di bilancio dello scorso anno. Nell’Assestamento di Bilancio del 2019 si è previsto che la Provincia potesse concorrere al finanziamento delle strutture sportive o altre opere di competenza dei Comuni connesse allo svolgimento delle Olimpiadi del 2026. Un impegno che testimonia notevole serietà e lungimiranza e alla luce del quale è parso opportuno svolgere un ragionamento anche in relazione ad un altro aspetto di non minore importanza sempre legato a questo argomento: la riqualificazione delle strutture alberghiere trentine, con particolare riferimento a quelle delle valli di Fiemme, di Fassa e dell’Altopiano di Pinè. 
L’accoglimento del mio ordine del giorno in occasione dell’approvazione della legge di bilancio e la conseguente attualizzazione diventano così un obiettivo raggiunto in vista delle sfide che il nostro territorio dovrà affrontare.

Questo quanto dichiarato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Gianluca Cavada