Dalzocchio: “Cooperazione internazionale: nessun smantellamento, ma solo doveroso cambio di paradigma”

“Dispiace constatare come neppure l’approssimarsi del Natale basti a placare polemiche puramente pretestuose. Il riferimento è alla nota stampa con cui l’Upt – a partire dalle dimissioni del presidente del Centro di Formazione per la Cooperazione Internazionale – rilancia il teorema secondo cui la Giunta Fugatti e la Lega sarebbero alacremente all’opera per smantellare il sistema della cooperazione internazionale. Nulla di più falso.

Semplicemente, dopo anni in cui la solidarietà internazionale ha beneficiato di aiuti sostanziosi – solo nella Legislatura precedente sono stati finanziati progetti per 56 milioni di euro (40 dalla Provincia, 16 dalla Regione), ossia 100 miliardi delle vecchie lire -, il calo delle risorse ha reso urgente il ripensamento, disposto con il recente Assestamento di bilancio, della quota fissa del finanziamento verso iniziative e progetti esteri.

Ciò non toglie che dei finanziamenti sono e saranno garantiti e che chi si occupa di cooperazione internazionale possa continuare a farlo in forza delle donazioni che la credibilità meritata da ciascuna realtà riuscirà ad attirare. Allo stesso modo, chi vorrà fare del volontariato – in questa stagione economicamente difficile e incerta non solo per il Trentino, ma per l’intera compagine economica internazionale – potrà comunque dedicarsi al sostegno degli anziani, dei diversamente abili e dei tanti trentini che si trovano in condizioni di bisogno.

Sono, mi rendo conto, sottolineature già svolte ma dato che c’è chi continua a rilanciare vere e proprie bufale a beneficio di una narrazione magari efficace sui media ma del tutto priva di fondamento, repetita iuvant. Naturalmente l’auspicio è che possano cessare polemiche strumentali che hanno il solo scopo di appesantire il clima in un momento in cui, invece, dovrebbero prevalere unità e coesione sociale”

E’ quanto affermato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Mara Dalzocchio