Dalzocchio: “Sgarbi al Mart, storica occasione di rilancio per il museo e per Rovereto stessa”

“Ritengo che il definitivo via libera della Prima Commissione del Consiglio provinciale, chiamata ad esprimere un parere, alla nomina del critico Vittorio Sgarbi alla presidenza del Mart, ora davvero ufficiale, rappresenti un passaggio estremamente positivo. L’esperienza e, soprattutto, la competenza che tutti riconoscono a Sgarbi – inclusi i suoi critici –, possono infatti offrire un’occasione di rilancio del Mart, reduce da un periodo non felicissimo, per usare un eufemismo; basti pensare che lo scorso anno ha registrato un calo del 4,5% di visitatori, pari a 91.000 persone in meno rispetto al 2010.

Ebbene, dinanzi a una situazione simile, per nulla felice, la presidenza di Sgarbi potrà certamente giovare non soltanto ad un’istituzione museale verso la quale i roveretani in primis non hanno sempre mostrato grande entusiasmo, vedendola talvolta come fuori contesto, ma anche alla città stessa di Rovereto, la cui attrattività turistica non potrà che trarre beneficio da mostre e da iniziative che il celebre critico ha ampiamente dato prova, ovunque ha lavorato, di saper promuovere. Non è un caso che la scelta di chiamarlo al Mart abbia già raccolto pareri positivi anche da chi non era affatto scontato arrivassero.

Penso, su tutti, alla scrittrice e giornalista Patrizia Belli («comunque la si pensi, Sgarbi darà una scossa alla città») e a Mario Cossali, anch’egli critico d’arte e nel cda del Mart per ben 10 anni: «Non escludo che Sgarbi possa diventare una sorta di iniezione di vitalità». Ci sono insomma tutte le premesse per immaginare, sia per il Mart – che ha quanto mai bisogno di risollevarsi da un periodo critico – sia, come detto, per la città di Rovereto una nuova primavera cultura e artistica e chissà che la coincidenza stagionale con quella climatica non possa davvero essere di buon auspicio.”

E’ questo quanto dichiarato in una nota dal Consigliere provinciale Mara Dalzocchio.