Gianluca Cavada (Lega Trentino): in risposta alle dichiarazioni del consigliere pentastellato Degasperi in merito ai presunti tagli all’ospedale di Cavalese

PRIMA SEDUTA CONSIGLIO PROVINCIALE DOPO ELEZIONI OTTOBRE 2018 / in foto GIANLUCA CAVADA FOTO DI ALESSIO COSER

Sono piuttosto sbigottito dalle parole, in sede di dichiarazione di voto per approvare la manovra di Assestamento al Bilancio, del Consigliere pentastellato Degasperi. Il capogruppo del MoVimento 5 stelle ha dichiarato che la PAT avrebbe tagliato, a gennaio, i fondi per l’ospedale di Cavalese e che suddetti fondi non sarebbero poi stati rimpinguati, mettendo in dubbio l’importanza che il nostro governo dà alla sanità territoriale

Voglio tranquillizzare il consigliere Degasperi confermando che il Presidente Fugatti asserisce l’impegno finanziario ed economico che è stato preso relativamente agli interventi infrastrutturali dell’ospedale di Cavalese, rincuorando il collega sulla ferma volontà, da parte della Giunta, di dare una risposta precisa e puntuale ai lavori previsti

Voglio poi specificare che suddetto investimento sarà aderente alle reali esigenze del territorio, cosa non affatto scontata se si guardano i faraonici progetti di riqualificazioni previsti e mai avviati dalla passata amministrazione

Portare i servizi nelle valli, con particolare riguardo agli ospedali periferici è una nostra priorità per far sentire tutti i cittadini sicuri nel loro territorio. Trovare il modo di far andare di pari passo questo obiettivo e quello degli standard d’eccellenza di tutto il sistema è senza dubbio un compito imprescindibile di questo Governo provinciale.

E’ questo quanto dichiarato in una nota stampa dal consigliere Gianluca Cavada del Gruppo consiliare Lega Salvini Trentino