Loss: “Misure concrete del Comune per economia e volontariato”

Nel suo intervento sulla stampa di oggi, dopo lungo silenzio il sindaco si rivolge ai privati chiedendo un “surplus di generosità” con la dilazione dei pagamenti degli affitti a negozi e imprese che sono chiusi a causa dell’emergenza COVID-19. A mostrare il buon esempio, il sindaco spiega che
l’amministrazione comunale ha deciso di rinviare i pagamenti a fine anno.

Tuttavia, va compreso (e le categorie lo hanno dichiarato con chiarezza) che se le entrate di questi mesi non ci sono, è assurdo pretendere gli affitti degli immobili, anche se dilazionati o spostati a fine anno. Alla stessa stregua va considerato che i pagamenti delle occupazioni di suolo pubblico e dei plateatici per gli esercizi della città non possono essere calcolati per i periodi di chiusura forzata. Quindi tali imposte dovranno non solo essere spostate a fine anno, ma dagli importi andranno stralciate le quote
per ogni giorno che non si è potuto usufruire, a causa della chiusura forzata di questo periodo.

Per questo invitiamo il Comune a prepararsi ad un ricalcolo di tutte le quote COSAP e degli affitti, tenendo in considerazione i periodi di chiusura e della prima ripresa, in modo non solo da risultare corretti con le categorie più colpite da questa situazione, stralciando quote e affitti, ma anche da aiutare la ripresa con un alleggerimento dei costi fissi che gravano sulle categorie oggi costrette ad uno stop totale delle loro attività.
In questo momento difficile poi, anche il mondo del volontariato è in difficoltà, dato che molte delle attività che consentono la raccolta delle offerte per il sostegno delle iniziative si svolgono con presenza di pubblico e quindi al momento sono sospese. Il rischio è che le realtà del volontariato vengano uccise dai costi fissi di gestione, non potendo adoperarsi per sostenere le loro attività in questo periodo.

In particolare, per le molte realtà che sono ospitate in immobili del Comune o gestiti da ITEA sarebbe opportuno sospendere i pagamenti degli affitti per i mesi di forzata inattività.

Per il bene della nostra città riteniamo che l’amministrazione comunale possa e debba mostrare l’esempio di come sostenere il tessuto economico e sociale e dar loro fiducia nel momento della ripresa.

Gruppo consiliare Lega Nord Trentino

Martina Loss, Gianni Festini Brosa, Bruna Giuliani, Claudia Postal, Stefano Osele, Vittorio Bridi