Mara Dalzocchio: “Supporto psicologico per i bambini e le loro famiglie in cura al centro di protonterapia”

PRIMA SEDUTA CONSIGLIO PROVINCIALE DOPO ELEZIONI OTTOBRE 2018 / in foto MARA DALZOCCHIO FOTO DI ALESSIO COSER

Maggiori interventi per sostenere i bambini e le loro famiglie, ovvero se sia nelle intenzioni della Giunta prendere in considerazione l’idea di prevedere – in aggiunta al servizio già oggi disponibile – un’apposita figura professionale di supporto psicologico che intraprenda un percorso lavorativo di accompagnamento e aiuto del bambino e della famiglia che si trovano ad affrontare le pesanti situazioni di disagio emotivo ed economico in occasione di trattamenti per la cura di tumori”, è questo la domanda presentata nella giornata odierna dal Capogruppo Mara Dalzocchio con un’interrogazione a risposta scritta nella quale – riferendosi al centro di protonterapia di Trento – chiede  di intervenire a favore di bambini e delle loro famiglie per superare problemi psicologici relativi alla scoperta di un tumore.

“Talvolta, – ricorda Dalzocchio – una buona relazione tra le persone è il prerequisito necessario per poter avviare un lavoro fruttuoso. Al fine di evitare queste ed altre compromissioni, al fianco delle figure professionali che si occupano della malattia in senso clinico, è importante che operino persone qualificate che si prendano cura del bambino e di tutta la sua famiglia a livello psicologico ed emotivo, ricordando che un paziente ricoverato in oncologia pediatrica è sempre un bambino e, in quanto tale, necessita di attività ludiche, di interazioni sociali, di accudimento”.

E’ questo quanto dichiarato in una nota dal consigliere provinciale Mara Dalzocchio.