Moranduzzo: “Ianeselli riprende subito la campagna elettorale? La fretta pessima consigliera, adesso le priorità dei trentini sono altre”

“Anche grazie all’intraprendenza e all’iniziativa della Giunta Fugatti e della Lega, i trentini stanno finalmente riaprendo le loro attività lavorative e commerciali, e l’aspirante sindaco Franco Ianeselli che cosa fa? Rilascia immediatamente una lunga intervista alla stampa locale in cui parla di “democrazia sospesa” e di necessità di riprendere subito “la campagna elettorale”. Esternazioni che, francamente, mi lasciano senza parole perché dimostrano una siderale lontananza dalle esigenze dei cittadini.

Infatti, anche se sono il primo – come noto – che non vede l’ora che il centrodestra possa conquistare il Comune di Trento, osservo che l’emergenza sanitaria non è purtroppo ancora finita (i contagi giornalieri non si sono arrestati) e quella economica, nonostante i lodevoli sforzi della Giunta Fugatti, resta tutta da affrontare. Motivo per cui adesso – senza ancora una data fissata, con questa situazione critica e tutta l’estate davanti – ritengo che i trentini ora di tutto abbiano voglia fuorché di ascoltare i comizi elettorali di Ianeselli.

Questo naturalmente non significa che la “democrazia è sospesa”, ma che – lo ricordava pochi giorni fa Mirko Bisesti, segretario della Lega – ora le priorità sono altre. E comunque se proprio Ianeselli ha a cuore il tema della “democrazia sospesa”, provi a spiegarci il comportamento del premier Giuseppe Conte – sostenuto dalla sua stessa area politica – il quale governa da mesi a colpi di decreto, nello stupore di insegni giuristi oltre che dei cittadini. Inoltre, ricordo che un sindaco, anche se non sembra, Trento ora l’ha: è Andreatta. Se Ianeselli ha idee – magari più brillanti della tragicomica campagna pro locali cinesi -, lo aiuti. Per la campagna elettorale ci sarà tempo”

É quanto affermato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Devid Moranduzzo