Moranduzzo: “Il Trentino deve ripartire subito: bene richiesta di procedere ad una fase 2 autonoma”

Bene la decisione di procedere per richiedere maggiore autonomia a Roma per la gestione della Fase 2. Sono da giorni in costante contatto con imprenditori, commercianti e artigiani che mi chiedono perché questo governo nazionale non voglia permettere alle persone di lavorare onestamente, con passione e con voglia di far funzionare l’economia del Trentino. Capisco benissimo la situazione in cui i nostri concittadini versano, anche perché la mia famiglia ha un’azienda e sono consapevole, perché lo sto vivendo in prima persona, delle difficoltà che le piccole aziende potrebbero avere nel caso in cui non si partisse in fretta. Siamo stati giustamente fermi, ma ora è il momento di ripartire e di credere nella ripartenza anticipata.

Plaudo quindi alla decisione dei Presidenti Fugatti e Kompatscher, sostenuta dalla Lega con i segretari Bisesti e Vettorato, di chiedere una via trentina e alto atesina alla fase 2, una fase che sembra non essere assolutamente breve. Oggi un importante passo per riaffermare – ancora una volta e contrariamente alle cattiverie che circolano da settimane – il nostro credo autonomista.

Questo quanto dichiarato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino, Moranduzzo Devid.