Paoli: “CGIL e difesa stizzita ai progetti per migranti. si conferma la politicizzazione sindacale”

PRIMA SEDUTA CONSIGLIO PROVINCIALE DOPO ELEZIONI OTTOBRE 2018 / in foto DENIS PAOLI FOTO DI ALESSIO COSER

Replicando al comunicato della Lega Salvini Trentino a firma del sottoscritto, la Cgil se l’è presa con la vignetta allegata allo stesso giuntaci da alcuni lavoratori trentini, accusata d’essere «becera» e di voler mettere «gli uni contro gli altri». Nulla di più falso. L’idea che soggiaceva a quella vignetta era infatti semplicemente quella di ironizzare sulla politicizzazione di sigle sindacali che, non da oggi, sembrano più vicine alle istanze degli stranieri e del sistema collegato rispetto a quelle di tutti gli altri lavoratori trentini.

Una politicizzazione che la reazione stizzita della Cgil, a ben vedere, non fa che confermare, dopo i comunicati al vetriolo del luglio scorso, quando si è accusata la Giunta Fugatti di non pensare ai trentini più poveri. Un paradosso, se si pensa che parliamo della Giunta che ha reso gratuiti i trasporti per anziani, tagliando del 50% quelli scolastici, e che con l’abbassamento delle rette per gli asili nido ha dimostrato di voler andare incontro proprio alle famiglie trentine meno abbienti.

Detto ciò, per tornare a noi, è senz’altro vero che «chi si occupa dell’accoglienza» deve essere pagato, ma è altrettanto evidente che non è accettabile che, pur di alimentare il business legato all’immigrazione, si sia permissivi rispetto a flussi migratori le cui conseguenze sono spesso socialmente onerose.

Bene fa quindi la Giunta Fugatti – anche perché è per questo, urge ribadirlo, che è stata nettamente premiata dagli elettori trentini meno di un anno fa – a verificare la destinazione dei fondi dei progetti per i migranti, ostacolando ed arrestando qualsivoglia forma di business che, per fare contento qualcuno, fa poi pagare a tutti i trentini le conseguenze dell’immigrazione, che ha nell’illegalità un suo tratto caratteristico e non accidentale, e che solo sindacati ideologizzati riescono a non vedere come il fenomeno negativo che è.

E’ quanto affermato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Denis Paoli