Paoli: “Sui migranti e finanziamento progetti coerenza da parte della Giunta Fugatti. I sindacati pensino a tutti i lavoratori trentini”

Rispetto alla polemica di questi giorni sui progetti per migranti e richiedenti asilo, per i cui finanziamenti la Giunta Fugatti ha scelto di avviare una valutazione, rilevo come questa decisione – a qualcuno parsa tanto scandalosa – sia in realtà coerente con la linea della Lega, già emersa in occasione della recente manovra di assestamento, quando la quota vincolata dello 0,25% del bilancio alla solidarietà internazionale è stata abolita in favore di una valutazione progetto per progetto.

Aggiunto che l’attivismo delle sigle sindacali in favore dei progetti per migranti, e in particolare della Cgil del dottor Ianeselli, sta deludendo più di qualche lavoratore trentino, che si sente trattato da lavoratore di serie B per non aver mai visto i propri diritti difesi con tanto ardore e tanta attenzione mediatica. Uno di questi lavoratori mi ha avvicinato girandomi una vignetta – che allego a questo comunicato – realizzata per esprimere con la forza della satira il proprio disagio.

Concludo invitando ad abbassare i toni, perché tutto ciò che la Giunta provinciale guidata da Maurizio Fugatti sta facendo in tema di immigrazione è perfettamente coerente con la linea della Lega che meno di un anno fa ha incassato la piena fiducia dei trentini. Non sarà perciò l’indignazione di alcuni ambienti, peraltro notoriamente di sinistra e lontani dal sentore del popolo, ad intimorire la maggioranza che siede in Consiglio provinciale né, tanto meno, chi governa con determinazione e lucidità il Trentino.

E’ quanto affermato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Denis Paoli