Proposte concrete della Lega per l’area “ex Italcementi”

A discussione aperta sulla variante al PRG in relazione al comparto “ex Italcementi”, il gruppo Lega in comune porta proposte concrete e la determinazione a realizzarle quale prossima maggioranza. Il Piano Guida realizzato per l’area costituisce la prima tappa del processo di riqualificazione urbana dell’intera area e su questo la Lega negli ultimi dieci anni ha portato numerose proposte e contributi. In collegamento alla valutazione di questa variante, il gruppo Lega ha presentato tre ordini del giorno che vogliono dare visione e spunti importanti per il futuro del quartiere che sarà affidato alla nuova maggioranza che governerà il Comune.

Nel piano è previsto l’inserimento di un centro espositivo polifunzionale, il quale data la relativa vicinanza dell’evento delle Olimpiadi invernali del 2026, potrebbe diventare una importante sede di eventi e iniziative collegati alla fase preparatoria, a quella di svolgimento e a quella seguente l’evento olimpico, dato che Trento, quale capoluogo di Provincia e di Regione, avrà l’opportunità di rivestire un ruolo centrale sia nella parte organizzativa, sia nella fase di svolgimento dei giochi.

In merito poi alla realizzazione nell’area di un parco urbano, la proposta della Lega riguarda l’inclusione nell’area verde, da destinare anche a spazio di incontro sociale ed eventualmente anche di gioco per i bambini, delle due ciminiere (simbolo di archeologia industriale) assieme a un ricordo
dell’attività produttiva dell’Italcementi, presente in passato in quel sito.

Infine, non si può dimenticare l’importanza dei collegamenti dello spazio incluso nel Piano con il resto della città; nel corso degli ultimi anni sono stati svolti sia i lavori per la pista ciclabile tra piazzale Zuffo e la città, sia i lavori di riqualificazione del quartiere di Piedicastello, lasciando tuttavia incompleto il collegamento ciclopedonale di tale quartiere con la città. Per questo la Lega prevede da un lato un collegamento tra la pista ciclopedonale Zuffo – Cristo Re, la nuova piazza di Piedicastello ed il tratto di ciclabile che prosegue in destra Adige verso sud e dall’altro il coordinamento della progettazione complessiva della viabilità ciclopedonale in destra Adige, prolungandola fino alla passerella posta all’altezza del quartiere delle Albere, per poi proseguire verso Ravina.

Per quanto delle nostre proposte la maggioranza uscente non vorrà raccogliere, starà a noi realizzarle quale futura forza di governo in Comune a Trento.

Consiglieri comunali Bruna Giuliani e Vittorio Bridi