Rossato: “I martiri delle foibe vanno rispettati”

PRIMA SEDUTA CONSIGLIO PROVINCIALE DOPO ELEZIONI OTTOBRE 2018 / in foto KATIA ROSSATO FOTO DI ALESSIO COSER

“Mi auguro che l’ennesima asportazione della targa dedicata ai martiri delle foibe non sia stata effettuata come misura preventiva per evitare che delinquenti infanghino la memoria di persone barbaramente uccise. Sarebbe l’ennesima dimostrazione di impotenza e arrendevolezza nel difendere la memoria di cittadini italiani brutalmente trucidati”, è con queste parole che il Consigliere provinciale Rossato è intervenuta in merito all’ennesima asportazione della targa posta in Largo Pigarelli a Trento.

“Il Gruppo consiliare comunale di Trento della Lega si è fatto portatore di due importanti interventi sul tema nelle scorse settimane. Dapprima, con un’interrogazione indirizzata al Sindaco di Trento si è cercato di fare luce su dove si trovasse la targa nel periodo immediatamente precedente la celebrazione della Giornata della Memoria, a cui Andreatta ha fornito una risposta estremamente vaga, affermando che fosse stata svolta un’attività di manutenzione. Al contempo è stata presentata una mozione in Consiglio comunale, in discussione nella prossima convocazione, che chiede la creazione di un nuovo monumento dedicato alle vittime delle Foibe e l’intitolazione di una via a Norma Cossetto”

E’ questo quanto dichiarato dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Katia Rossato