Savoi replica a Ghezzi: “Un bel tacer non fu mai scritto”

PRIMA SEDUTA CONSIGLIO PROVINCIALE DOPO ELEZIONI OTTOBRE 2018 / in foto ALESSANDRO SAVOI FOTO DI ALESSIO COSER

“Dopo le sconcertanti esternazioni del collega Zeni, che si lamentava del fatto che la Giunta provinciale effettuasse le proprie sedute il venerdì sul territorio cambiando troppo spesso valle o città, come è successo nelle due precedenti sedute, stupiscono e generano ilarità in tutti i trentini le dichiarazioni che, oggi, anche il Consigliere Ghezzi ha rilasciato a riguardo della seduta ordinaria della Giunta provinciale tenutasi a Vigolo Vattaro. Ha voluto per l’ennesima volta fornirci lezioni di vita, dimenticandosi quella più importante: ovvero essere umani.
Stupisce, infatti, leggere sue dichiarazioni di accusa nei confronti del Presidente Kaswalder che, in modo chiaro e limpido, ha voluto far un commento sui lavori della Giunta, non come Presidente del Consiglio provinciale, ma in qualità di esponente politico.
Si ricorda che il Presidente del Consiglio provinciale Kaswalder abita nel Comune di Vigolo Vattaro dove peraltro ha svolto la funzione di Sindaco per tre legislature. L’esprimere la gioia nel vedere una Giunta provinciale presente oggi sul suo comune e non arroccata in un palazzo, non significa il venire meno del suo ruolo istituzionale dato che si è dismesso da tali vesti.
La storia, soprattutto a livello nazionale, ha visto in varie occasioni personalità che rivestivano ruoli simili a quelli di Kaswalder pronunciare dichiarazioni politiche, quindi nulla di certamente osceno agli occhi dell’opinione pubblica anche perché gli Autonomisti popolari di Kaswalder sono nostri alleati di coalizione. Quando finirà il collega Ghezzi di occuparsi di cose frivole e inizierà ad occuparsi di questioni serie che interessano ai cittadini trentini?”

Questo quanto dichiarato in una nota stampa dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Alessandro Savoi