Scritte anarchiche presso la sede Lega Trentino. Bisesti: “Chi imbratta i muri li deve pulire”

“Ancora scritte di odio, ancora scritte che inneggiano alla delinquenza. Quanto compiuto ieri sotto la sede della Lega di Trento è un gesto che è da condannare senza se e senza ma. Si tratta presumibilmente degli stessi soggetti che anche nei giorni scorsi hanno imbrattato i muri di vari stabili sul territorio provinciale con scritte che incitano all’odio, alla violenza e allo stupro. Mi auspico che nessuna forza politica possa mai sostenere o incitare il comportamento, nei modi e nei toni, di queste bande di delinquenti. Gli autori di questi gesti dovrebbero essere costretti a fare lavori socialmente utili, iniziando semmai con il pulire queste scritte con lo spazzolino da denti”.

Questo quanto dichiarato in una nota stampa dal Segretario Nazionale della Lega Trentino MIRKO BISESTI